5 parole che potreste dire a una persona cara affetta da depressione

Ecco una lista di cose che potrebbe essere utile dire ad una persona che soffre di depressione. Ovviamente, alcuni di questi suggerimenti potrebbero non essere utili in casi specifici. Leggeteli e selezionate quelli che vi sembrano più adatti alla vostra situazione.

1. POSSO FARE QUALCOSA PER ALLEVIARE LA TUA SOFFERENZA?

Una cosa che tutti i manuali dicono è “NON DIRE, AGISCI”. Le parole non sempre sono utili per trattare con qualcuno affetto da depressione. Infatti, qualsiasi suggerimento potrebbe suonare come un insulto. Proposte come “Hai provato con l’Erba di San Giovanni? Le mele biologiche? Lo yoga?” potrebbero essere recepite come “stai facendo qualcosa di sbagliato ed è tutta colpa tua che non hai pensato a questi rimedi”. Invece, una cosa che le persone depresse possono trovare confortante è che qualcuno si prenda cura di loro in maniera concreta, ad esempio preparando loro il pranzo o offrendosi di riordinare i loro spazi. Cercate di capire come potreste essere utili e fatelo. Potrebbe suonare un po’ indulgente e troppo protettivo, ma non ci penseremmo due volte a farlo per qualcuno con un’altra patologia, e allora perchè non farlo anche per chi combatte con un disturbo dell’umore?

 

2. NON TI SENTIRAI SEMPRE IN QUESTO MODO

Questa è una frase chiave, che potete ripetere anche numerose volte. Queste parole non giudicano, non impongono, non manipolano. Quello che fanno è trasmettere speranza e la speranza è ciò che mantiene in vita una persona o per lo meno la motiva ad arrivare al giorno successivo per vedere se la luce alla fine del tunnel è davvero un luogo di rinascita.

3. C’E’ QUALCOSA CHE POSSO FARE PER TE?

Questa è molto simile alla 1 ed è un altro esempio di momenti “NON DIRE, AGISCI”, che sono molto funzionali nell’esprimere una calorosa compassione. C’è alta probabilità che la persona depressa scuoterà la testa mentre piange, ma comunque registrerà la vostra offerta nella forma “Questa persona si prende cura di me”.

 

 

4. PENSI CHE CI SIA QUALCOSA CHE POTREBBE AVER CONTRIBUITO/POSSA CONTRIBUIRE IN QUALCHE MODO ALLA TUA DEPRESSIONE?

Evitate di suggerire eventuali motivazioni che potrebbero contribuire a vostro avviso alla situazione di estrema tristezza in cui versa il vostro caro, del tipo “E’ la relazione con tua moglie che ti sta trascinando verso il basso!!” oppure “Forse quella strega con cui lavori potrebbe avere in qualche modo a che fare con i tuoi cali d’umore?!”. Limitatevi, se proprio volete, a proporre la domanda ad ampio respiro, in modo che la persona depressa sia stimolata a giungere autonomamente alle proprie conclusioni e, quando lo farà, si prenderà la responsabilità per quello che può cambiare e non vi biasimerà per eventuali risultati negativi.

5. SONO QUI PER TE, CERCHERO’ DI SORREGGERTI FINCHE’ NON TORNERAI A CAMMINARE CON LE TUE GAMBE

E’ semplice. E’ dolce. E comunica tutto il necessario per dire: mi interessa, ho capito, o non capisco, ma ti amo, e ti sostengo. Comunica contemporaneamente autentico interessamento e sostegno, e l’idea che il periodo che sta attraversando volgerà presto o tardi al termine.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.