Nei giorni immediatamente successivi al parto, è considerato assolutamente “fisiologico” un periodo caratterizzato da calo dell’umore e instabilità emotiva (il cosiddetto baby blues, con riferimento allo stato di malinconia che caratterizza il fenomeno): oltre il 70% delle donne sperimenta e manifesta sintomi associabili a una leggera depressione post partum, ma caratterizzati da transitorietà e che non necessariamente si trasformano in un vero e proprio disturbo. La depressione post-partum, che sembra colpire circa il 10-20% delle donne nel periodo immediatamente successivo al parto, è solitamente caratterizzata da sentimenti di tristezza, senso di colpa, ansia, senso di inutilità, difficoltà a concentrarsi e a prendere decisioni anche banali, disturbi del sonno e dell’appetito, pensieri suicidari o di morte, perdita di interessi e mancanza di energie. E’ quindi molto più indicato farsi aiutare da un bravo psicoterapeuta, di orientamento cognitivo comportamentale, che possa aiutare la donna a superare i sintomi della depressione post-partum e a riportarla nella condizione di potersi godere la nuova condizione di vita, pur con tutti i suoi limiti e cambiamenti.

 

 

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Contatto telefonico

Oggetto

Il tuo messaggio

I dati sensibili NON saranno ceduti a terzi e saranno trattati nel rispetto della normativa vigente che tutela la privacy ( D.Lgs.196/2003)

Verifica
captcha